CONTROLLO DEGLI AFIDI CON L’UTILIZZO DI BANKER PLANT E APHISCOUT

Da 50 anni Koppert, leader mondiale nella produzione e commercializzazione di bombi per impollinazione ed ausiliari per la difesa delle colture, è impegnata a proporre soluzioni biologiche per il controllo dei parassiti e delle malattie delle piante con ausiliari e funghi antagonisti.

Soluzioni che vengono “cucite” su misura a seconda della coltura e dell’area geografica.

Particolare attenzione, visita la complessità del problema dovuta alle diverse specie presenti sulle coltivazioni, è stata rivolta al controllo degli afidi che, per la natura del loro sistema trofico (apparato boccale suggente) e data l’alta prolificità causano:

- DANNI DIRETTI: sottrazione di linfa alla pianta con conseguente alterazione dei normali processi fisiologici nonché formazione di melata e fumaggine che aggravano ulteriormente lo stato in cui versa la coltura. Questa subisce, di conseguenza, un calo nella produzione, inoltre, il valore dei frutti e/o della pianta stessa destinati al mercato viene inevitabilmente deprezzato.

- DANNI INDIRETTI: gli afidi si comportano come agenti di trasmissione di virus.

La difesa dagli afidi, dal punto di vista chimico, è orientata verso insetticidi sistemici o per contatto che non sempre sono efficaci e Koppert, con la sua ricerca ed esperienza di campo, già da qualche anno sta proponendo una soluzione alternativa che risulta molto efficace e semplice al tempo stesso: Banker Plants e Aphiscout.

Cosa sono le Banker Plants: sono piante di graminacee su torba e su lana di roccia su cui sono presenti afidi che vivono e si riproducono solo su queste piante senza che ci sia il pericolo che questi attacchino la coltura.

A cosa servono le Banker Plants: successivamente al trapianto, che avviene secondo schemi dettati dalla coltura e dall’attecchimento nel terreno, vengono rilasciati i parassitoidi contenuti in Aphiscout, e predatori come Chrisoperla carnea, Aphidoletes aphidimyza e Adalia bipunctata.

Questi organismi utili si riproducono grazie agli afidi presenti sulle graminacee in modo da aumentare di numero e creare una popolazione di antagonisti sufficiente a contrastare gli afidi che dovessero, successivamente, attaccare la nostra coltivazione.

Aphiscout è la chiave di volta che ci consente un efficiente controllo degli afidi: questo è un mix di cinque parassitoidi tra cui Praon volucre e Aphidius spp., che ci permette di colpire tutte le specie più comuni di afidi che si riscontrano sulle ortive comunemente coltivate in serra. In genere un parassitoide ha una/due specie di afidi come ospite pertanto il mix ci solleva dal determinare la specie di afide per decidere il parassitoide specifico da utilizzare avendo in campo un’efficiente “bouquet” di organismi utili.

I parassitoidi sono molto efficienti nella loro azione grazie alla capacità di “sentire” le loro prede anche a decine di metri di distanza (Aphidius si sposta anche di oltre centro metri) e alla loro capacità di parassitizzare decine di afidi al giorno.

L’utilizzo combinato di Aphiscout e Banker Plant, ha diversi vantaggi tra cui:

- Basso dosaggio nell’impiego di parassitoidi fin dal trapianto della coltura

- Basso investimento per unità di superficie

- Iper produzione di parassitoidi

- Alta possibilità di produzione di predatori e/o parassitoidi autoctoni

- Riduzione se non azzeramento di interventi chimici

 

 

KOPPERT COMPIE 50 ANNI

27 01 2017

L'uso dei pesticidi diminuisce rapidamente grazie alla protezione biologica delle colture. Koppert si sviluppa diventando leader mondiale nella...

GREENTECH 2016

25 05 2016

Koppert sarà presente a GreenTech 2016, che si terrà ad Amsterdam il 14, 15 e 16 giugno