I Nematodi riducono in modo significativo le larve di Tuta

I Nematodi riducono in modo significativo le larve di Tuta

Mentre la diffusione diTuta absolutacontinua a danneggiare gravemente le colture di pomodoro in tutto il mondo, Vittorio Zoboli, coltivatore e tecnico italiano di pomodori in serra, conferma che il prodotto a base di nematodi Steinernema feltiae di Nematode Koppert ha ridotto significativamente queste larve distruttive nella sua coltura.

Questo è il primo anno in cui abbiamo applicato Steinernema feltiae e dopo il primo ciclo di tre trattamenti con nematodi, abbiamo visto una riduzione della Tuta nella coltura di oltre l'80%. La grande infestazione che era presente era ridotta e sotto controllo e l'applicazione ha contribuito notevolmente allo stato delle piante", spiega Zoboli, che lavora presso la Società Agricola Gandini Antonio a Guidizzolo, nel Nord Italia.

Abbiamo esaminato al microscopio diverse larve morte e abbiamo osservato decine di Nematodi parassiti che si muovevano al loro interno", continua Zoboli. Dopo questo risultato, abbiamo continuato a spruzzatura con nematodi ogni volta che c'era una nuova ondata di piccole larve e il problema non è mai cresciuto".

Riduzione dei prodotti chimici

Utilizzando i metodi di controllo biologico, siamo riusciti a ridurre in modo significativo la quantità di prodotti chimici utilizzati nelle nostre serre. La Società Agricola Gandini Antonio rifornisce diversi supermercati di fascia alta e vogliamo offrire un prodotto costante, sicuro e sostenibile. Poiché l'uso di prodotti chimici è sotto pressione e i metodi di protezione biologica sono percepiti positivamente, le colture protette con soluzioni IPM sono ben accolte dai clienti", spiega Zoboli.

Coltivare nel rispetto della natura

Fin dalla fondazione della Società Agricola Gandini Antonio, negli anni '50, l'azienda ha basato i propri metodi di coltivazione su criteri di rispetto dell'ambiente e delle persone e sulla qualità del prodotto. Negli anni '90 l'azienda ha costruito le prime serre per la coltivazione del pomodoro, utilizzando tecniche di produzione innovative. Oggi questo ci permette di offrire una qualità costante, sicura e sostenibile tutto l'anno nei nostri 14 ettari di serre high-tech e negli altri siti produttivi", aggiunge Zoboli.

Ricerca congiunta di soluzioni

Dall'arrivo della Tuta absoluta nelle nostre zone, abbiamo avuto problemi nel controllo chimico di questo parassita nelle nostre colture di pomodoro. Il problema si è aggravato con la messa al bando di diversi prodotti chimici, mentre la richiesta di prodotti a basso o nullo residuo è cresciuta costantemente", spiega Zoboli. Per questi motivi abbiamo condotto test con diversi prodotti, tra cui i nematodi. Poiché eravamo già clienti di Koppert per i suoi bombi e altri prodotti benefici, nella primavera del 2020 abbiamo deciso di utilizzare il nematode Steinernema feltiae. I risultati sono stati buoni e non ci sono stati residui".

Utilizzo dei nematodi per via sistemica

Abbiamo quindi iniziato a utilizzare sistematicamente i nematodi. Ci piaceva l'idea di avere un impatto minimo sull'ambiente circostante e volevamo offrire ai nostri clienti prodotti sicuri e sostenibili", continua Zoboli. È meglio usarli quando le larve sono piccole per massimizzare il loro effetto. Quando arriva il momento, li applichiamo 3 volte a un intervallo di 5 giorni. Li spruzziamo sulla chioma del pomodoro con un dosaggio di 3 miliardi per ettaro. Preferiamo applicarli la sera, in modo che le foglie rimangano bagnate più a lungo e i Nematodi abbiano più tempo per raggiungere i loro obiettivi. Abbiamo applicato diversi cicli di trattamenti nelle nostre serre riscaldate tra febbraio e maggio, e probabilmente ne faremo altri quest'autunno, quando la Tuta tornerà a essere un problema importante".

In collaborazione con i consulenti tecnici di Koppert, abbiamo sviluppato un protocollo di applicazione che ci permette di ottenere la massima efficacia. Le colture sono ora forti e sane e la Tuta absoluta non è più un problema così grande grazie all'approccio completo sviluppato con gli esperti Koppert", conclude Zoboli.

Consigliato per te