Insetti predatori

Insetti predatori

Le cimici predatrici sono insetti benefici fondamentali per il controllo naturale in agricoltura. Dotate di apparato boccale pungente succhiante, ricercano e si nutrono attivamente di vari patogeni dannosi, contribuendo a mantenere un ecosistema equilibrato. Gli insetti predatori svolgono un ruolo fondamentale nel controllo di mosche bianche, tripidi, larve di minatori fogliari e di altri lepidotteri.

Macrolophus pygmaeus (Mirical, Mirical-N) è un insetto predatore particolarmente abile nel controllo della mosca bianca e delle larve di lepidotteri, ma contribuisce anche al controllo di acari, afidi e larve di minatori fogliari.

Per il controllo dei tripidi, Thripor-L (Orius laevigatus) offre soluzioni efficaci. Gli individui di Orius sono predatori naturali di tripidi, contribuiscono a controllarne le popolazioni ed a proteggere le colture dai danni da loro causati.

Ditteri cecidomidi

I ditteri cecidomidi svolgono un ruolo benefico nel controllo naturale dei parassiti, in particolare nel controllo degli afidi e dei ragnetti. Hanno un ciclo di vita unico ed interessante, che contribuisce alla loro efficacia come agenti di controllo biologico: le femmine ovidepongono sulle foglie delle piante e, dopo la schiusa delle uova, le larve si nutrono dei patogeni.

I cecidomidi sono considerati benefici perché colpiscono specificamente gli afidi. Riducono in modo naturale la popolazione, e contribuiscono alla salute generale delle piante, aiutanndo a mantenere un ecosistema equilibrato senza la necessità di utilizzare pesticidi chimici.

Per il controllo degli afidi, Koppert propone Aphidend, della specie Aphidoletes aphidimyza. Per il controllo di acari si può utilizzare Feltiella acarisuga (Spidend).

Crisopidi

Gli insetti crisopidi sono noti per il loro appetito vorace nei confronti di vari parassiti, che le rende preziose nel biocontrollo. Esistono diverse specie di crisope, ma condividono tratti comuni nelle loro abitudini alimentari.

Le larve di crisopa, sono particolarmente efficaci nel controllo degli afidi. Utilizzano le loro forti mandibole per afferrare e predare gli afidi ad un ritmo elevato. Sono molto mobili e cercano attivamente le colonie di afidi, contribuendo a tenerne sotto controllo le popolazioni. Oltre agli afidi, contribuiscono anche al controllo di cocciniglie, tripidi e larve di lepidotteri.

Koppert offre Chrysopa, Chrysopa-E, con la specie Chrysoperla carnea.

Coccinelle e coleotteri predatori

I coleotteri predatori, tra cui le coccinelle, sono un gruppo di insetti benefici noti per il loro ruolo nel controllo naturale dei parassiti. Le coccinelle controllano gli afidi grazie al loro naturale comportamento predatorio. Individuano le aree infestate dagli afidi, e usano il loro apparato boccale specializzato per consumarli. Adulti e larve di coccinella sono noti per essere predatori molto efficienti, in grado di predare un numero significativo di afidi in un breve periodo. Aphidalia, con la specie di coccinella Adalia bipunctata, è una buona soluzione per il controllo degli afidi.

Un'altra specie degna di nota è il coleottero predatore Cryptolaemus montrouzieri: controlla le cocciniglie grazie al suo comportamento predatorio. Questi coleotteri benefici sono specificamente adatti a colpire e controllare varie specie di cocciniglie, offrendo una soluzione efficace e naturale per il loro controllo. Koppert offre Cryptobug e Cryptobug-L, contenente rispettivamente adulti e larve del coleottero Cryptolaemus montrouzieri.

Vantaggi dell'utilizzo di insetti predatori

L'utilizzo di insetti predatori per il biocontrollo offre diversi vantaggi, promuovendo un approccio sostenibile ed ecologico alla gestione dei problemi legati ai parassiti. Ecco alcuni vantaggi chiave:

Controllo sostenibile dei parassiti

Gli insetti predatori rappresentano un'alternativa naturale e non tossica ai pesticidi chimici. Ciò riduce l'impatto ambientale associato all'uso di sostanze chimiche di sintesi, salvaguardando l'intero ecosistema.

Riduzione del fabbisogno di sostanze chimiche

L'uso di insetti predatori spesso si traduce in una minore dipendenza dai pesticidi chimici. Questa riduzione è vantaggiosa sia per l'ambiente che per la salute umana, in quanto minimizza l'esposizione a sostanze chimiche potenzialmente dannose.

Sviluppo di resistenze ridotto al minimo

A differenza dei pesticidi chimici, ai quali i parassiti possono sviluppare una resistenza nel tempo, gli insetti benefici forniscono una soluzione dinamica e in evoluzione. Ciò contribuisce a ridurre al minimo lo sviluppo di resistenza nelle popolazioni di parassiti.

Storie di successo