Misure precauzionali per allergie ai prodotti

Così come si può essere allergici ai gatti, ai pollini e gli acari della polvere, si può anche essere allergici alle sostanze naturali presenti negli acari predatori, negli acari delle derrate alimentari e nei mangimi complementari. Anche se non si è allergici, ma si entra a diretto e prolungato contatto con determinate sostanze, si potrebbe comunque sviluppare un'allergia. In questa pagina, sono riportate alcune raccomandazioni sulle misure precauzionali che è possibile adottare per prevenire o ridurre eventuali reazioni allergiche causate dal tipo di prodotti summenzionato.

Quali sono i prodotti interessati?

I prodotti interessati sono gli acari predatori, gli acari delle derrate alimentari e i mangimi complementari commercializzati da Koppert Biological Systems: Le icone riportate sulla confezione del prodotto indicano le misure precauzionali da adottare per prevenire eventuali reazioni allergiche.

Indossare una maschera per evitare l'esposizione tramite inalazione e ingestione.
Indossare indumenti protettivi che coprano le braccia e le gambe per evitare l'esposizione tramite contatto con la pelle.
Indossare dei guanti per evitare l'esposizione tramite contatto con la pelle.

Esposizione e misure precauzionali

A seconda delle modalità di esposizione alle sostanze contenute in questi prodotti, si possono adottare misure precauzionali specifiche.

Esposizione tramite inalazione e ingestione
Per prevenire l'esposizione tramite inalazione e ingestione, si consiglia di indossare un respiratore dotato almeno di filtro P3, preferibilmente una maschera intera con filtro P3.

Esposizione tramite contatto con la pelle
In presenza di un rischio di esposizione tramite contatto con la pelle, si consiglia di indossare indumenti protettivi che coprano le braccia e le gambe (ad esempio un camice monouso). Si consiglia inoltre di coprirsi le mani indossando dei guanti.

Applicatore

In caso di utilizzo di un applicatore, evitare ogni contatto diretto e assicurarsi che non vi siano persone nel flusso d'aria diretto del soffiatore.

Igiene

Una volta finito il lavoro, togliersi i guanti, le scarpe e gli indumenti prima di togliersi la maschera. Pulire gli indumenti e le scarpe sul posto di lavoro, se possibile, evitando di portarli a casa per prevenire la diffusione di allergeni e altre particelle. Se si desidera lavare gli indumenti a casa, inumidirli prima al lavoro e portarli a casa all'interno di un sacchetto di plastica chiuso. L'inumidimento dei vestiti nel sacchetto impedisce agli allergeni e ad altre particelle di disperdersi nell'aria nel momento in cui si apre il sacchetto.

Possibili reazioni allergiche e trattamento

Se si entra in contatto con le sostanze presenti nei prodotti summenzionati e si è allergici a tali sostanze, si potrebbero avvertire alcuni sintomi che interessano la pelle (rossore, prurito o eczema allergico), il naso (starnuti, naso gocciolante o pruriginoso) o gli occhi (occhi pruriginosi o che lacrimano).

Nel caso si dovessero avvertire tali sintomi e per eventuali domande, si prega di contattare i servizi di salute e di sicurezza o il proprio medico. In caso di situazioni di potenziale pericolo, rivolgersi immediatamente ai servizi di pronto soccorso.

Una combinazione di fattori

Il livello di sensibilità varia da persona a persona. Eventuali allergie possono manifestarsi entro poche settimane dal primo contatto oppure potrebbero comparire solo dopo alcuni anni. Non tutti coloro i quali sono esposti agli allergeni sviluppano un'allergia. In pratica, è difficile determinare quale sostanza causa una reazione allergica. Un'allergia può anche essere causata da altri fattori scatenanti o da una combinazione di fattori scatenanti, dal proprio ambiente (polline, crusca o altre sostanze volatili presenti nell'ambiente circostante). Per stabilire a quale sostanza si è allergici, potrebbe essere necessario sottoporsi a un test allergologico.

Le informazioni riportate sono intese esclusivamente a scopi informativi e non possono essere utilizzate per diagnosticare o trattare un problema sanitario in quanto non sostituiscono in alcun modo l'assistenza sanitaria. In presenza anche sospetta di problemi di salute, rivolgersi a un medico.

Le informazioni riportate sono state redatte in collaborazione con i servizi di salute e sicurezza sul lavoro "Arbodienst Perspectief".

FAQ sulle allergie ai prodotti

Quali sono i prodotti interessati?

I prodotti interessati sono gli acari predatori, gli acari delle derrate alimentari e i mangimi complementari. Le icone riportate sulla confezione del prodotto indicano le misure precauzionali da adottare per prevenire eventuali reazioni allergiche.

È dannoso lavorare con i prodotti summenzionati?

No, questi prodotti biologici non sono nocivi. Se, tuttavia, si è sensibili alle sostanze naturali presenti in uno di questi prodotti, si potrebbe sviluppare un'allergia. Si può paragonare tale allergia a un'allergia ai gatti, ai pollini o agli acari della polvere. Per evitare eventuali allergie, si consiglia di adottare le misure precauzionali sopra riportate.

Lavoro con questi prodotti. Significa che diventerò allergico?

No, lavorare con questi prodotti non significa diventare allergici ad essi. La sensibilità varia da una persona all'altra. Non tutti sviluppano un'allergia.

Le misure precauzionali sopra riportate sono obbligatorie?

No, le misure precauzionali sopra elencate sono raccomandate per prevenire l'eventuale sviluppo di un'allergia.

Uno dei miei colleghi è stato a contatto con i prodotti sopra elencati e sta accusando dei sintomi. Che cosa devo fare?

In questo caso, o in casi simili, è necessario contattare i servizi di salute e sicurezza o il proprio medico.

Lavoro con i prodotti Koppert sopra elencati e sto accusando dei sintomi. Come posso sapere se sono i prodotti che uso a causare questi sintomi?

È difficile stabilire con esattezza quale sostanza stia causando una reazione allergica. Un'allergia può anche essere causata da altri fattori scatenanti o da una combinazione di fattori scatenanti presenti nell'ambiente (polline, crusca o altre sostanze volatili). Per stabilire a quale sostanza si è allergici, è necessario sottoporsi a un test allergologico.

Avrei una domanda sulla raccomandazione sopra riportata, a chi mi posso rivolgere?

In caso di domande non di carattere medico, si prega di contattare il proprio consulente Koppert di riferimento.

Bibliografia

Arbo, R., Meern, D., de Rooij, A., Tamsma, P., en Longaandoeningen, K. C. A., Folgering, G. H., ... & Secretariaat, S. E. VEILIG WERKEN MET BIO-BESTRIJDERS.

de Groot, H. (2003). De prevalentie van beroepsallergie bij werkers in de paprikateelt. TBV–Tijdschrift voor Bedrijfs-en Verzekeringsgeneeskunde, 11(2), 47-52.

Van Toorenenbergen, A. W., & Dieges, P. H. (1984). Occupational allergy in horticulture: demonstration of immediate-type allergic reactivity to freesia and paprika plants. International Archives of Allergy and Immunology, 75(1), 44-47.

Gisele Groenewoud, Occupational Allergy in Horticulture/Beroepsallergie in de glas- en tuinbouw, Rotterdam, 2004, ISBN 90-90 185 25-9.

Bælum, J., Enkegaard, A., Doekes, G., Skov, P. S., Kjærstad, M. B., & Sigsgaard, T. (2007). Health effects of predatory beneficial mites and wasps in greenhouses. Danish Environmental Protection Agency.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le ultime notizie e informazioni sulle tue colture direttamente nella tua casella di posta elettronica

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.
Scroll to top