Plutella xylostella

Tignola della crucifere

Informazioni di carattere generale

La tignola della crucifere (Plutella xylostella) appartiene alla famiglia delle Plutellidae. Attacca solo le specie di Crucifere, comprese le malerbe appartenenti alla famiglia.Si ritiene che la tignola della crucifere (Plutella xylostella) sia originaria dell'Europa, del Sud Africa o dell'Asia orientale. Attualmente, è presente ovunque vi siano crucifere ed è considerata la specie di lepidotteri maggiormente diffusa su scala mondiale. È altamente migratoria e gli esemplari adulti portati dal vento possono percorrere lunghe distanze per raggiungere colture in altre regioni.

Ciclo biologico e aspetto della Tignola della crucifere

Le uova ovali e appiattite della tignola della crucifere (Plutella xylostella) sono inizialmente di colore giallo o verde pallido, successivamente assumono tonalità più scure.. Vengono deposte singolarmente o in gruppi di due o dieci uova su entrambe le pagine fogliari, preferibilmente nelle depressioni e raramente su steli o piccioli.

Ci sono quattro stadi larvali. Il corpo si assottiglia alle due estremità ed è verde, a volte cosparso di giallo pallido, con pochi peli corti e piccole chiazze bianche. La larva ha cinque coppie di pseudozampe; un paio di pseudozampe sporge dall'estremità posteriore, dando vita a una caratteristica forma a V. Durante lo sviluppo, le larve sono piuttosto piccole e attive. Ad eccezzion di quelle di primo stadio, che minano il tessuto fogliare, le larve si nutrono voracemente della lamina fogliare.

Le pupe della tignola della crucifere (Plutella xylostella) sono ricoperte da un bozzolo di seta bianco, solitamente presente sulle foglie inferiori o esterne. Spesso si attaccano alle foglie e si nascondono nelle fessure vicino al bocciolo. Nel cavolfiore e nei broccoli, la trasformazione in pupa può avvenire nei fiori. Inizialmente, la pupa è di colore bianco-rosato tendente al giallo-rosato e diventa marrone prima dello sfarfallamento degli esemplari adulti.

L'esemplare adulto della tignola della crucifere (Plutella xylostella) è snello, di colore marrone tendente al grigiastro e con antenne pronunciate. Le ali posteriori si stringono verso l'apice. Le estremità delle ali sembrano leggermente rivolte verso l'alto, se viste di lato. Nei maschi, i due terzi superiori delle ali anteriori sono scuri, a volte cosparsi da giallo ocra o scaglie biancastre. Il terzo inferiore della parte anteriore è bianco-ocra con il bordo superiore quasi bianco. Nelle femmine, i due terzi superiori delle ali anteriori sono di colore ocraceo chiaro e i segni sono simili a quelli dei maschi. La parte posteriore è contrassegnata da una larga banda color crema o marrone chiaro lungo il dorso, che a volte va a formare uno o più diamanti di colore chiaro. Gli adulti non sono buoni volatori e riescono, mediamente, a disperdersi solo su una distanza compresa tra 13 e 35 m all'interno dell’appezzamento coltivato. Tuttavia, possono essere trasportate dal vento e pertanto possono raggiungere distanze anche di 400-500 km in una notte.

Sintomi di danno

Il bruco è un si nutre della lamina fogliare. In particolare, mangia la pagina inferiore della foglia lasciando intatto lo strato di cera presente sulla pagina superiore, creando finestre traslucide. In casi di grave infestazione possono essere distrutte foglie intere,restano solo le venature. Le larve si nutrono anche delle aree verdi e ricche di clorofilla di steli e baccelli causando lo sbiancamento della coltura. Le piante fortemente danneggiate appaiono rachitiche e, nella maggior parte dei casi, sono destinate a morire. Su colza, le larve si nutrono anche dei boccioli floreali, dei fiori e dei giovani baccelli, causando una perdita di semi.

Come liberarsi della tignola della crucifere

Koppert offre varie soluzioni per il controllo biologico della Tignola della crucifere.

Mettiti in contatto con un esperto

Koppert Biological Systems

Thanks for your request!

Something went wrong, please try again

Entra in contatto con uno dei nostri esperti.
Realizziamo prodotti e soluzioni per i coltivatori professionisti del settore dell'orticoltura.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le ultime notizie e informazioni sulle tue colture direttamente nella tua casella di posta elettronica

Scroll to top