Peronospora sparsa

Peronospora della rosa

Generalità

Il Peronospora sparsa è un fitopatogeno che causa malattie come la peronospora della rosa e fitopatie nelle more, nei lamponi e in altre specie di Rubus.

Ciclo biologico e aspetto della peronospora

Gli agenti patogeni che causano la peronospora non sono funghi ma oomiceti correlati a Pythium e Phytophthora. Sopravvivono come oospore. Da queste oospore o dal micelio sopravvissuto si formano sporangi, strutture in cui vengono prodotte zoospore. Tuttavia, nella peronospora, gli sporangi germinano spesso direttamente e i tubuli germinativi infettano le piante attraverso gli stomi o direttamente penetrando nelle cuticole. Per la germinazione l’acqua è indispensabile. Per la maggior parte delle peronospore, la temperatura ottimale si aggira su 15 °C. Più la temperatura si avvicina ai 15 °C, minore è il periodo di bagnatura fogliare necessario per la germinazione.

All'interno della pianta, gli agenti patogeni producono austori, piccoli organi con cui l'agente patogeno può assorbire sostanze nutritive dalle cellule viventi della pianta. Gli agenti patogeni continuano a crescere all'interno delle foglie e dopo qualche tempo le nuove strutture con spore iniziano a emergere dagli stomi. Essendovi più stomi nella parte inferiore della foglia, è questo il punto in cui sono concentrati i sintomi.. Gli agenti patogeni vengono dispersi per aria, in acqua e sugli utensili. Si presume che alcune specie, come ad esempio la Hyaloperonospora parasitica e la Peronospora farinose, vengano trasmesse dalle sementi (all'esterno di queste). La temperatura ottimale per la germinazione, l'infezione e la sporulazione è relativamente bassa, compresa in genere tra i 10 e i 20 °C. Verso la fine della stagione, vengono prodotte nuove oospore svernanti che vengono interrate con i residui colturali. Alcune specie, tra cui la Peronospora sparsa svernano in piante ospiti viventi come le more.

Come prevenire la peronospora